Storia

ll badminton nasce in Inghilterra nella seconda metà del Diciannovesimo secolo.
Il conte Hubert Selby Jr per accattivarsi le simpatie di alcune nobildonne riunite nel castello di Badminton (contea di Gloucester) ebbe la geniale idea di codificare le regole del gioco del volano.
Il volano,infatti, era già diffuso nelle Indie con il nome di "Poona" e la sua pratica consisteva nel lanciare "una semisfera di sughero contornata da sedici piume d'oca" con delle racchette in legno il più lontano possibile.
Hubert, tese una cordicella tra due camini (alti 1,55 m) situati agli estremi di una grande sala dalle dimensioni di 13,4 m X 6,10 m.
I due atleti si posizionavano nelle rispettive metà della sala, si rilanciavano il volano con le racchette, ma questa volta vinceva chi evitava l'atterraggio del simpatico attrezzo.
Da allora poche altre norme si sono aggiunte e la planimetria del campo rispecchia ancora quella della sala.

I campioni del badminton mondiale sono asiatici, i cinesi prima di tutti.
In Europa dominano Danimarca ed Inghilterra.

L'Italia è una giovane realtà, ma come tutti i giovani ha l'entusiasmo ideale per raggiungere a breve i successi auspicati.

In Puglia il badminton è giunto grazie ad un allenatore malesiano (il maestro Seneviratne Ranil) nei primi anni novanta.
Si ricorda che a quei tempi c'erano poche società (Badminton Club Bisceglie, Casamassima Badminton, Badminton Club Santeramo)... ma tanti atleti di valore. La storia "moderna" del badminton pugliese inizia nel 2000.

Lassandro Giuseppe rifonda il Badminton Club Santeramo (poi assorbito dagli amici della Polisportiva Santeramo) e viene nominato Delegato FIBa Puglia. Nel 2002 si affilia alla FIBa l'ASD "Squash Club" di Foggia grazie alla famiglia Procaccino appassionata di sport "minori" ma pregiati. Gli anni successivi si susseguono con una crescita esponenziale di tutto il movimento regionale. Fasi salienti di questo fervore sono l'organizzazione nel 2005 dei "Campionati Italiani Under 15" da parte della Polisportiva Santeramo, la partecipazione costante delle rappresentative scolastiche alla fase nazionale dei "Giochi Sportivi Studenteschi", la certificazione del barese arch. Betto Pasquale Fabio ad arbitro di livello internazionale, l'apertura del Centro Regionale di Alta Qualificazione Tecnico-Tattica, la nostra presenza attiva ai "Giochi IN Magna Grecia"...)

Nel 2008 la storia continua con la Costituzione del Comitato FIBa Puglia, con l'organizzazione dei Campionati Italiani Over a Taranto grazie alla Polisportiva Città2Mari dell'infaticabile Laguardia Paolo.

 Il 2009 comicia con due storici eventi: Giuseppe Calò (già presidente della Polisportiva Santeramo) eletto consigliere nazionale e Giulio D'Incalci della Polisportiva San Pietro di Vico del Gargano conquista la prima medaglia di un pugliese ad un Campionato Italiano. Giulio è bronzo nel doppio misto Under 15